Obesità, causa di tante gravi malattie

Obesità, causa di tante gravi malattie

Sanitadomani.com MILANO. L’obesità è una malattia di per sé, ma non solo.
Il grave eccesso di peso è uno dei dieci principali fattori di rischio per la salute perché è alla base di diverse patologie e alcune possono avere esiti mortali. Il prof Ralf Senner, chirurgo e direttore del Centro Europeo di Chirurgia Robotica per l’obesità (cecroitalia.com) quando spiega cosa si nasconda dietro l’obesità grave parla di ‘Disastro biologico’. Noi siamo andati a frugare tra i dati ufficiali delle massime organizzazioni sanitarie e scopriamo dei numeri allarmanti e davvero preoccupanti relativamente alle malattie, cosiddette comorbilità, associate all’obesità.  
In Europa, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sovrappeso e obesità sono responsabili di circa l’80% dei casi di diabete di tipo 2, del 35% delle cardiopatie ischemiche e del 55% della malattia ipertensiva tra gli adulti, causando ogni anno oltre 1 milione di morti.
E questo senza parlare dell’impatto negativo sulla qualità della vita.

Il peso eccessivo e i mali associati
possono causare anche la morte

E allora ecco qualche numero per capire davvero di che cosa si parla quando si accenna alle ‘complicanze’ dell’obesità.
Partiamo dal diabete. Ogni 7 minuti una persona con diabete ha un attacco cardiaco, ogni 30 minuti una persona con diabete ha un ictus, ogni 90 minuti una persona subisce un’amputazione a causa del diabete, ogni 3 ore una persona con diabete entra in dialisi.
 E ancora il 15% delle persone con diabete soffre di coronaropatia, il 38% delle persone con diabete ha insufficienza renale  che può portare alla dialisi, il 22% delle persone con diabete soffre di retinopatia, il 3% delle persone con diabete ha problemi agli arti inferiori e ai piedi (piede diabetico).
E infine, 9 persone ogni ora muoiono per cause collegate al diabete.
 

L’ipertensione, un altro nemico
sempre pronto a manifestarsi…

L’ipertensione: è alla base di circa il 40% dei decessi per ictus e il 25% di quelli per malattia coronarica.
Senza arrivare alla morte, l’ipertensione che permane per mesi e anni.
Se persiste per mesi e anni danneggia il cuore e i vasi sanguigni.
Inoltre può avere conseguenze sul cervello, sulle gambe, sui reni e sugli occhi.
Perciò l’ipertensione è uno dei principali fattori di rischio di malattie cardiovascolari.
Insomma, per una persona gravemente sovrappeso prendere in considerazione l’idea di curare e risolvere l’obesità può davvero dire salvarsi la vita.
E non quella che si misura in centimetri.

( Si ringrazia per la collaborazione cecroitalia.com)

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi