IMMUNOTERAPIA ANTICANCRO

IMMUNOTERAPIA ANTICANCRO

ARMI VINCENTI CONTRO IL TUMORE

L'immunoterapia consiste nell'attivare trattamenti, come l'immunochemioterapia, che diventa un alleato eccezionale del sistema immunitario di una persona consentendo al proprio organismo di combattere il cancro. Già si sono fatti passi in avanti importanti, ma oggi arriva la conferma di uno studio che consentirà di fornire all'oncologia un'arma invincibile

Share

Sanitadomani.com Abbiamo preso confidenza con il nostro sistema immunitario in occasione della pandemia in atto e abbiamo imparato quale importantissimo ruolo possa giocare nel combattere il Covid.

Forse però non tutti sanno che è stato recentemente definito il ruolo fondamentale della immunoterapia per combattere i tumori, primo tra tutti il melanoma.

E soprattutto che lo studio del microbiota intestinale, vale a dire l’insieme di microorganismi che popolano il nostro intestino, può migliorare l’efficacia dei trattamenti di immunoterapia anticancro.

NOSTRI MICROORGANISMI
PER VINCERE IL CANCRO

Lo conferma la più ampia ricerca internazionale mai realizzata sull’interazione microbiota-immunoterapia, finanziata dalla Seerave Foundation, coordinata dal Gruppo di Ricerca di Metagenomica Computazionale del Dipartimento di Biologia cellulare, computazionale e integrata Cibio dell’Università di Trento e dell’Istituto Europeo di Oncologia, guidato dal Prof. Nicola Segata, in collaborazione con altri gruppi di ricerca nei Paesi Bassi e Regno Unito, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’importante rivista scientifica Nature Medicine.

IL PERCORSO ALIMENTARE
E RISPOSTA IMMUNITARIA

«Il microbiota è modulabile e ci sono strategie per poterlo modificare; capendo dunque quali sono le caratteristiche del microbiota che rendono un paziente “responder” alla cura, si potrebbe agire sulla modifica del microbiota del paziente prima di iniziare la terapia» osserva Andrew Maltez Thomas, ricercatore al Dipartimento Cibio dell’Università di Trento e prima firma assieme a Lee.
Ci sono studi già pubblicati che dimostrano che la dieta, ad esempio attraverso l’assunzione di molte fibre, gioca un ruolo importante in questo senso e altri sono in corso per definire con precisione il legame alimentazione-microbiota-risposta immunitaria. 

RICERCA PIÙ MIRATA
CURE PIÚ EFFICACI
Resta da identificare quali specifiche caratteristiche del microbiota sono direttamente legate ai benefici clinici dell’immunoterapia per poter poi sfruttare queste caratteristiche in nuove terapie personalizzate di supporto all’immunoterapia.
Studi simili dovranno essere fatti anche per altri tumori, come già sta avvenendo allo IEO e in consorzi europei quali Oncobiome.

 

close
Share
CATEGORIES
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi