Scompenso cardiaco, i cardiologici più eminenti ne parlano a Bergamo

Scompenso cardiaco, i cardiologici più eminenti ne parlano a Bergamo

Share

Sanitadomani.com- Bergamo. Anche l’ospedale di Bergamo papa Giovanni XXIII porta il suo prezioso contributo alla Giornata Mondiale del Cuore 2021, affrontando il tema dello scompenso cardiaco. Per tre giorni, la struttura ospiterà dibattiti e convegni, riunendo i più eminenti fra i eminenti fra i cardiologi italiani .

Obiettivo è confrontarsi su quelle aree, ancora poco chiare, rispetto alle attuali indicazioni internazionali per la cura dello scompenso cardiaco; questa patologia è una delle principali cause di morte in Italia e nel mondo.

Gli eventi per la Giornata mondiale del Cuore

Giovedì 30 settembre alle 14, si terrà il Convegno “Zone grigie nello scompenso cardiaco”; saranno presente esperti di livello nazionale. Al centro della discussione una specifica classe di farmaci tra quelle in uso per trattare lo scompenso, e un approfondimento su alcune categorie di pazienti.

Venerdì 1 e sabato 2 ottobre invece un webinair sullo stesso argomento. E’ possibile iscriversi a questa pagina https://dynamicomeducation.it

La partecipazione sarà sia a distanza che in presenza. Il pubblico potrà partecipare alla discussione.

Scompenso cardiaco, la condizione maggiormente studiata

Le Linee Guida attualmente in vigore sullo scompenso cardiaco sono state presentate – al Congresso della ESC European Society of Cardiology di fine agosto. Indicazioni e orientamento per i cardiologi, per individuare la cura più adeguata per ciascuna tipologia di paziente.

Lo scompenso cardiaco a funzionalità sistolica ridotta è la condizione più indagata; può contare su dati che al 90 per cento sono solidi e certi.

Ma è proprio qui che compaiono quelle “zone grigie”, su cui i cardiologi di maggiore esperienza vogliono fare luce.

I numeri

La Giornata Mondiale del Cuore è stata istituita dalla World Heart Federation con l’obiettivo di ricordare alle persone l’importanza di prevenzione e controlli per le malattie cardiovascolari. Le malattie cardiache e ictus sono ad oggi la principale causa di morte nel mondo, con 18,5 milioni di vite portate via ogni anno.

Tra questo lo scompenso cardiaco colpisce in Italia un numero stimato in 1 milione di persone. E’ una condizione per cuore il cuore perde la capacità di pompare una quantità di sangue adeguata ai bisogni dell’organismo. La prognosi è purtroppo infausta nella maggior parte dei casi; entro 5 anni dalla diagnosi, la metà dei pazienti non sopravvive. E’ quindi anch’essa considerata un ‘big killer’ della medicina, peggio della maggio parte dei tumori. Prognosi più infauste sono solo quelle di tumore al pancreas e al polmone.

Share
CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi