Pesce sott’olio, incredibile scoperta

Pesce sott’olio, incredibile scoperta

STUDIO SCIENTIFICO NE SPIEGA I BENEFICI

Dallo studio scientifico condotto dal rinomato Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS, nell’ambito delle attività dell’Italian Institute for Planetary Health (IIPH), in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano è emerso un dato davvero importante per quanto attiene alla prevenzione di uno specifico tumore.

Share

Sanitadomani.com – MILANO. Due scatolette alla settimana di tonno sott’olio, sgombro, salmone o comunque di pesce in scatola può avere benefici effetti per la prevenzione del tumore del colon-retto.
Un tumore che presenta elevata incidenza e alta mortalità, sia nei Paesi ad alto reddito che in quelli a basso e medio reddito.

LO AFFERMANO
STUDIOSI DOC

Lo studio, condotto dal rinomato Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS nell’ambito delle attività dell’Italian Institute for Planetary Health (IIPH), in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, ha infatti messo in evidenza una riduzione del 34% circa del rischio di insorgenza di questo tipo di tumore nei soggetti che consumavano almeno due porzioni alla settimana di pesce in scatola sott’olio (pari a 80 grammi ciascuna), un alimento comodo da consumare e a costo contenuto.

UNA ‘GUSTOSA’
PREVENZIONE

Si tratta quindi di un prodotto adatto ad una dieta sana ed equilibrata, in quanto minimamente processato, cotto a vapore, pulito, messo sott’olio e inscatolato senza conservanti.
I benefici potrebbero essere collegati al contenuto di acidi grassi omega-3 o ad altri nutrienti presenti nel pesce stesso, che ovviamente mantiene i suoi positivi effetti anche consumato fresco.

 

close
Share
CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: