Le storie di Natale che raccontano l’inclusione

Le storie di Natale che raccontano l’inclusione

Share
sanitadomani.com – MILANO: Storie di Natale, tra il classico e il moderno, che vogliono offrire anche uno sguardo diverso dal solito; presentano infatti un nuovo modello di integrazione.
Una dei protagonisti de “L’elfa che salvò il Natale” è, appunto, una degli abitanti del Villaggio di Babbo Natale, che si muove con una sedia a rotelle elettrica. Proprio questa condizione la porterà, per un intreccio di situazioni, ad avere l’idea che mette in salvo la Vigilia di Natale.
 
Una fiaba che non ha alcun intento educativo, ma semplicemente inserisce la disabilità in un contesto quotidiano come può essere il Natale; o persino, il Villaggio di Babbo Batale stesso. La magia del Natale è presente a ogni immagine, e naturalmente non manca il “miracolo” natalizio. Non solo per tutti i bambini del mondo, ma anche per l’elfa stessa, che riuscirà a esaudire il suo più grande desiderio; quello che gli altri non credevano si potesse realizzare.
 

L’idea di inclusione alla base

 
L’idea è di Elisa Bortolini, giornalista, e Cristina Lavizzari, avvocato, che da pochi mesi hanno aperto il servizio “La Scuola Inclusiva. E’ uno sportello di consulenza e informazioni legali, anche a carattere gratuito, rivolto alle famiglie con bambini con disabilità per sostenerli nel rapporto con la scuola e altre istituzioni.
 
Perché il diritto allo studio va garantito, a tutti. Ma a volte è difficile destreggiarsi tra le richieste da presentare, le figure professionali che servono e la normativa da seguire. Per questo il libro presenta anche episodi reali, riscritti in forma di storia, di genitori che si sono trovati ad affrontare qualche problema. Un modo perchhé nessuno si senta solo con le proprie difficoltà.
 
Per saperne di più, potete visitare il sito www.lascuolainclusiva.it. Qui ci sono i contatti, se avete bisogno di una consulenza. e potete trovare anche le altre pubblicazioni in occasione di Halloween e dell’estate.
 

Storie di Natale e giochi

 
La pubblicazione è un libro interattivo per bambini, non solo di racconti. Ci sono giochi per tutte le età, come il labrinto o trova le differenze. Quasi in ogni scenario, ovviamente a sfondo natalizio, si inserisce un personaggio con disabilità, o anche “atipicità”; come la piccola Renna giocattolo del racconto “Il letargo del addobbi”. Differente dagli altri e per questo esclusa, troverà il suo posto proprio grazie alla sua diversità.
 
Un libro adatto a bambini di tutte le età, sia quelli che già ssanno leggere, sia a quelli che possono ascoltare le fiabe dalla voce di mamma e papà. Perché in fondo, si sa, le storie di Natale a lieto fine piacciono a chiunque.
 
 
 

 

 

close
Share
CATEGORIES
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi