Il Ministro non da’ speranza…

Il Ministro non da’ speranza…

FONDI REGIONALI PER I MEDICI STATALI

La Regione Lombardia ha stanziato un totale di 3 milione di euro per contribuire alle spese sostenute dai medici di famiglia per l'assunzione di personale di studio e, soprattutto, di infermieri. I fondi sono finalizzati a sostenere all'ulteriore sviluppo, anche tecnologico, degli studi medici. I costi del personale ad oggi sono tutti a carico degli MMG. Dalla sinistra italiana, dal Governo o dal Ministro Roberto Speranza non arrivano segnali tali che possano far sperare nella rivisitazione di tutta la problematica legata alla pericolosissima carenza di personale sanitario.

Share

Sanitadomani.com – MILANO. La carenza dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta in diverse aree delle province lombarde rappresentano un problema sempre più serio e grave.
Bisogna tener conto che Medici di Medicina Generale, MMG, hanno una busta paga da dipendente statale e sostengono in prima persona il costo del personale di studio e persino quello del proprio sostituto in caso di assenza.

GLI MMG NON DIPENDONO
DALLE NOSTRE REGIONI 

Costi che, inoltre, non possono dedurre risultando come loro reddito.
La questione della carenza del personale sanitario è di dimensioni enormi e non può certo essere risolto con soluzioni-tampone come sta avvenendo in tante Regioni italiane.
Dal Ministero della salute, gestito dall’esponente della sinistra italiana Roberto Speranza, non arrivano segnali di intervento o di attività per fronteggiare o risolvere questa grave emergenza che va affrontata con una visione d’insieme che inizi dalla formazione universitaria e arrivi alla tutela del paziente che ha diritto di cure e assistenza.

GLI MMG NON DIPENDONO
DALLE NOSTRE REGIONI 

Regione Lombardia è tuttavia intervenuta anche per sostenere l’assunzione di personale amministrativo negli studi medici.
Al momento sono circa 1.800 i medici che non si avvalgono dell’aiuto di collaboratori che li assistano nelle incombenze che una società sempre più informatizzata impongono.
A questo proposito nei tavoli tecnici aperti con sindacati, associazioni di categoria e ordini professionali, la Regione sta studiando un pacchetto di incentivi per la digitalizzazione e la connessione della banda larga per gli studi che ancora non ne sono provvisti.
Ovviamente sono tutti interventi finalizzati a sostenere i medici affinchè possano garantire ai cittadini le attenzioni e le cure loro necessarie.

STANZIATI 3 MILIONI
PER LE ASSUNZIONI

Per quanto riguarda l’assunzione di collaboratori, nell’Accordo Integrativo Regionale per i Medici di Medicina Generale (AIR 2020) sono state messe a disposizione risorse regionali pari a 1.500.000 euro, da impegnare per il riconoscimento di personale infermieristico e personale di studio.
A queste si aggiungono ulteriori risorse pari a complessivi 1.500.000 euro (oneri compresi), a seguito dell’emanazione del DL 34/2020, per il riconoscimento di personale infermieristico.

FONDI REGIONALI
PER IL DIGITALE

Nell”AIR 2021′ è stato previsto un incremento di risorse per l’acquisizione del personale di studio, oltre alla possibilità di utilizzare le risorse già assegnate alle diverse ATS con l’accordo 2020 e non ancora completamente utilizzate.
Regione Lombardia, inoltre, si è anche attivata per favorire economicamente i medici che scelgono di lavorare in ambiti cosiddetti disagiati.

close
Share
CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi