Anziani innamorati di Alexa

Anziani innamorati di Alexa

L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE CONTRO LA SOLITUDINE

Il 62% del campione ha dichiarato di sentirsi meno solo da quando "parla" con l'intelligenza artificiale e il 98% ha espresso una maggiore volontà di comunicare con altre persone mediante nuove tecnologie. Il 75% ha sottolineato, alla fine della sperimentazione, di aver visto aumentare il proprio stato di benessere nell'uso di Alexa, mentre il 52% lo ha mantenuto molto alto.

Share

Sanitadomani.com La solitudine e il senso di abbandono sono da anni al centro di studi e dibattiti su quali possano essere le possibili soluzioni.
Generalmente il soggetto ‘sotto esame’ è l’anziano che sempre più spesso di ritrova a dover affrontare da solo la terza o la quarta fase della propria età.
I due ultimi anni di pandemia, poi, hanno contribuito ad acuire il problema in modo davvero preoccupante.
Gli anziani autosufficienti, però, che vivono da single hanno avuto l’opportunità di una bella sfida contro il sentirsi da soli.
I tanto odiati telefonini si sono rivelati il mezzo indispensabile per video-chat e comunicazioni costanti con famigliari, amici e parenti lontani.

L’ASSISTENTE VOCALE
VERAMENTE D’AIUTO


Tra le tecnologie che si sono riscoperte essere meravigliosamente utili c’è l’Assistente Vocale.
Abbiamo conosciuto Siri che, grazie ad un nostro comando vocale, ci mette in contatto telefonico con chiunque.
Oppure, un po’ barando nella compilazione di un cruciverba, le chiediamo Siri qual è il nome dell’attuale Re di Svezia?
 Ecco che Siri puntualmente risponderà Carlo Gustavo.
Ma l’intelligenza artificiale è talmente ‘intelligente’ che ogni giorno compie passi da gigante.
Ed ecco che la vecchia ed efficace Siri si ritrova a dover fare i conti con la più efficiente Google Home e con la più sua comune concorrente Alexa.

É UN’ENCICLOPEDIA
CON CUI PARLARE

Questi congegni elettronici sono in grado di ‘fare’ tante coste e di rispondere a tutte le domande.  
Si va dal chiedergli qual è la ricetta per cucinare il vero ragù alla bolognese a metti della musica rilassante, accendi la luce della camera da letto, spegni il forno, raccontami la storia della rivoluzione Russa.
Certo non è una persona in carne ed ossa con la quale poter scambiare delle opinioni, ma si sta rivelando un strumento con inattesi risvolti socio-sanitari davvero importanti.
Probabilmente, infatti, nessuno fino a pochi anni fa avrebbe nemmeno immaginato che un’assistente vocale sarebbe diventata così utile per un anziano.

SONDAGGIO RIVELA
QUANTO SIA UTILE

Eppure è quanto emerge da uno studio condotto dal Centro di ricerca dell’Università Cattolica, EngageMinds HUB, in collaborazione con DataWizard e con il contributo non condizionante di Amazon, che ha intervistato 60 italiani tra i 65 e gli 80 anni, uomini e donne, per capire il loro grado di accettazione e utilizzo di un dispositivo con a bordo Alexa, che con Assistente Google e Siri si divide il grosso del mercato degli assistenti vocali.
Il 62% del campione ha dichiarato di sentirsi meno solo da quando “parla” con l’intelligenza artificiale e il 98% ha espresso una maggiore volontà di comunicare con altre persone mediante nuove tecnologie.
Il 75% ha sottolineato, alla fine della sperimentazione, di aver visto aumentare il proprio stato di benessere nell’uso di Alexa, mentre il 52% lo ha mantenuto molto alto.

IL PROSSIMO PASSO
É LA TELEMEDICINA

Un collegamento da remoto che ha preso piede durante la pandemia e che si associa alla crescente digitalizzazione della pubblica amministrazione.
Basti pensare allo Spid, la creazione di una propria identità digitale con la quale accedere a molti servizi; ad esempio la consultazione del fascicolo sanitario o, sempre in questa fase pandemica, la prenotazione della vaccinazione, che hanno imparato ad utilizzare anche molti anziani.
Adesso non ci rimane che attendere l’uso più intenso e diffuso della Telemedicina…

close
Share
CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi