Storie vere di obesi che cambiano vita

Storie vere di obesi che cambiano vita

Share

Sanitadomani.com – ROMA. Si va su Internet perché ‘qualcuno’ ha parlato di chirurgia bariatrica robotica.
Perché si è sentito dire che esiste un modo veloce e risolutivo per lasciarsi alle spalle la propria storia di obesità.

Nel grande mare della Rete, si incontrano diverse tecniche e diversi nomi.
E compare la chirurgia bariatrica robotica che ‘promette’ di minimizzare, se non di estinguere il rischio di complicanze post operatorie.

IN TRE GIORNI
CAMBI VITA

Che assicura che dopo tre giorni dall’intervento sarai in piedi e che non dovrai prendere antidolorifici.
Che si avvale di un robot che non sostituisce il chirurgo,  ma è uno strumento al servizio delle sue competenze e le esalta perché rende  impossibile che si verifichi l’errore umano.

LA CHIRURGIA ROBOTICA
E’ UNA REALTA’ OSPEDALIERA

Oggi in Italia e nel mondo a praticare la chirurgia bariatrica robotica è Ralf Senner, professore e luminare, pioniere dell’utilizzo del robot Da Vinci nella chirurgia bariatrica.
Leggere di questa tecnica di fatto significa leggere di lui e della sua innovazione.
Che parla chiaro anche a chi tecnico non è.

 LE TESTIMONIANZE VERE
DEL SUCCESSO CHIRURGICO
A testimoniarlo sono proprio le persone che lui ha operato, diverse per età e per vissuto, ma tutte con un problema di tanti chili di troppo da risolvere.

ALLE TANTISSIME DIETE
ALTRETTANTE DELUSIONI

Stanchi per il fallimento delle diete, hanno deciso di prendere in mano la propria vita affidandosi al professore Senner e al suo team per la rimozione di una parte dello stomaco.

IL RACCONTO DI UN INGEGNERE SICILIANO CHE ORA E’ FELICE!

Lo ha fatto, per esempio,  Graziano Torre, 49 anni, ingegnere di Messina, che era arrivato a pesare 166 kg per 173 cm di altezza.
“Ero un bambino e un adolescente sottopeso – racconta -.
Ho iniziato a prendere chili con l’università e poi con il lavoro. Niente più sport, stress, cattive abitudini alimentari, diete che mi facevano perdere peso nell ‘immediato ma che posi si rivelavano un boomerang. Il diabete al limite, problemi nella vita sessuale.
Ho scoperto il professor Senner sul web, mi sono fidato”.

COME GRAZIANO HA VISSUTO
L’INTERVENTO DEL PROF SENNER

L’operazione è stata il 15 settembre 2020. “ Non avevo paura anche se gli dicevo scherzando stai attento che quello non è un joystick. Il giorno dopo ero in piedi.
Niente antidolorifici, nessuna complicanza.
Dopo due giorni ero pronto a cambiare tutto quello che non andava nella mia vita. E ora provo solo gioia”.

RACCONTATE LA MIA STORIA
PERCHE’ ALTRI LA RIVIVANO!

Elisa Corvo, 35 anni, di Genova, è stata operata il 23 giugno, sempre per riduzione dello stomaco.

Pesava 85 chili per una altezza di un metro e cinquanta. Oggi ne pesa 56.

 


 

COME IN TRE GIORNI ELISA
HA CAMBIATO VITA!

“Mangiavo male, avevo provato diverse diete, assunto anfetamine da adolescente per ridurre l’appetito.
La verità che il disagio per il mio sovrappeso era tale che non vedevo soluzione e mi gratificavo nel più controproducente dei modi: con il cibo”.
Quando l’ultima nutrizionista che la seguiva l’ha salutata dicendole che era un caso ‘perso’, è scattato qualcosa.
“Avevo sentito parlare dell’intervento di riduzione dello stomaco, ho cercato su Internet, ho trovato il professor Senner che visitava vicino, a Sanremo.

 

VINCENTI LA FIDUCIA IN SENNER
E NELLA CHIRURGIA ROBOTICA

Al primo incontro mi ha conquistata per la competenza e per la serenità che trasmette.
 Non ci ho pensato due volte, avevo l’appoggio incondizionato della mia famiglia ed io ero pronta, non avevo paura di niente”.

In tre giorni  dopo l’operazione Elisa si rimette in piedi, anzi a dirla tutta in macchina.

NON HO DOVUTO ASSUMERE
NEMMENO GLI ANTIDOLORIFICI


“Dalla clinica di Roma mio marito ed io siamo ripartiti alla volta di Genova. Temevo per il viaggio lungo e per i punti, ma il professor Senner mi ha dato tutto quello che serviva.
 Antidolorifici? Non ne ho avuto bisogno.
Solo tanti liquidi e poi tutta l’assistenza necessaria per riprendere una vita che adesso era davvero la mia”.
In pochi giorni Elisa era di nuovo al lavoro, guardaroba completamene rifatto, la sua immagine che corrispondeva alla sua interiorità.
“E le mie bambine che mi guardano e sono felici per me”.

PESAVO 93 KG
ORA SOLI 52

Un’altra storia. Non quelle inventate che spesso affollano il web. Queste sono testimonianze rese a noi giornalisti. Vere e documentate.
Ancora una donna, giovanissima, Eloise Colombi Manzi, 21 anni, di Bergamo.
Operata per riduzione dello stomaco il 17 luglio 2020.
Pesava 93 kg per 166 centimetri di altezza, ora pesa 52 kg.

ERO GRASSA NON PER IL CIBO
MA PER PROBLEMI METABOLICI

“La mia obesità era dovuta a problemi metabolici, ovaio policistico, prendevo cortisone quotidianamente per allergie, avevo sviluppato il diabete, la pressione alta. E rischiavo di diventare sterile”.
Un circolo vizioso quello delle allergie perché seguiva le diete ma prendeva peso lo stesso perché c’era sempre un alimento che le dava problemi e quindi poi doveva prendere il cortisone.

“Ho avuto un mezzo infarto ad aprile 2020,  facevo fatica a camminare per le gambe e le caviglie sempre gonfie. Ero disperata”.

LA FORTUNA DI POTER
CONOSCERE LA ROBOTICA

 Inizia la ricerca su Internet per l’intervento di chirurgia bariatrica, si imbatte nel professor Ralf Senner.
“Tra tanti è l’unico che mi ha ispirato fiducia, ha addirittura guardato la mia cartella clinica dal 2012.
 L’11 luglio ho fatto la visita, dopo sei giorni era in sala operatoria, dopo tre di nuovo attiva, dopo cinque al lavoro.

 

L’UNICO RICORSO DELL’INTERVENTO
E’ CHE OGGI VIVO LA MIA VITA FELICE

 “Grazie al robot non ho neanche una cicatrice. – racconta -. La pancia è perfetta, le braccia anche deve fare un po’ di sport, esercizi e trattamenti per gambe e glutei.
Ho un piano alimentare e sportivo da seguire, il prof Senner mi ha consigliato il rugby.
Oggi sto bene, per cinque anni sarò seguita da un team fantastico ed è un investimento in salute e benessere che se penso a tutti i soldi spesi in visite specialistiche prima, beh, meglio non pensarci!”

 

Si ringraziano i tre pazienti del prof. Ralf Senner che sono stati operati nella Clinica Quisisana di Roma.
Grazie anche al Cecroitalia.com   tel. 06 92918981 che ha collaborato per la realizzazione delle interviste. 

 

Share
CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi